A volte, penso che le persone, la forza, se la facciano uscire grazie ad aspetti del loro carattere che neanche sapevano di avere.
A volte, mi chiedo, come si riesca a trovare la determinazione in momenti tanto critici: la grinta di non mollare, di continuare a seguire il proprio sogno. È difficilissimo non arrendersi quando sembra che tutto il mondo ti si stia rivoltando contro e l’unica cosa su cui puoi far leva sono le tue ambizioni. Te stessa.

Secondo me le passioni, in fondo, ci salvano. Ci salvano quando abbiamo voglia di spaccare tutto, di abbandonare, dissolverci… Ho scritto nei momenti peggiori della mia vita, alcuni che pensavo non avrei mai superato, e poi  ora sono qui. Con dei momenti, ogni tanto, che mi sembrano insuperabili e degli altri che mi sembrano passeggeri. Ma in fondo tutto si supera: è solo questione di tempo, è solo questione di testa.

Ed è sbagliato incolpare sempre se stessi, specie se uno sbaglio è connesso anche ad una persona che non ci ha compreso, che ci ha graffiato l’anima. A volte, sbagliamo a credere troppo negli altri, riponendo in loro più di quanto faremmo normalmente: le illusioni, come sosteneva Nietzsche, sono ciò di cui l’uomo si nutre per poter vivere. Ma se avvertiamo sensazioni dentro di noi, come campanelli di allarme, non dobbiamo ignorarle.

Anche in questo penso che le passioni siano la nostra protezione: ciò che ci fa emozionare nella maniera più autentica e che se sappiamo coltivare, esplorare dentro noi stessi, saranno sempre il nostro punto di forza. Per godere di una passione basta viverla e lasciarsi trasportare, senza paura, perché è un po’ come il sangue che ci scorre nelle vene: ci fa vivere.

Grazie scrittura per avermi dato tanto e farmi dare tanto.

Alexandra Romano